di ultimissimesport.it

PERUGIA Nuovo atto della saga Perugia-Frosinone. Stasera lo stadio Renato Curi sarà il teatro di una sfida delicata, delicatissima. Lo è per il Perugia e per il suo allenatore Bucchi che, punto a dovere dal patron Santopadre, non può permettersi di lasciare ancora punti per strada. I playoff, da aut aut presidenziale, sono un imperativo. Lo è anche per i ciociari, vogliosi di ribadire che la regina del campionato non fa sconti a nessuno, che sia al Matusa o lontano da casa non fa differenza alcuna. “Ci aspetta una gara difficile”, ha commentato Bucchi alla vigilia di una delle grandi classiche recenti del calcio di provincia. “Ci troveremo di fronte una squadra che si è ulteriormente rinforzata in seguito al mercato di gennaio. Il nuovo modulo, inoltre, ha dato i suoi frutti”. Dal canto suo, Marino predica prudenza: “Il Perugia è una formazione di livello, che esprime un calcio definito e propositivo, molto organizzato. Quando riesce a fare possesso palla con continuità è una squadra molto insidiosa”. Nessuno dei due allenatori si espone troppo, dunque. Tra prudenza, voglia di invertire la rotta (sponda Perugia) e determinazione a confermarsi la prima della classe (sponda Frosinone), al Curi è tutto pronto per il nuovo atto di una sfida di livello assoluto.

admin

Leave a Comment